La Via della Seta: Il Darknet come mondo parallelo scuro?

Quasi come un mondo d’ombra, c’è un universo parallelo ombreggiato accanto al World Wide Web liberamente accessibile: stiamo parlando di Darknet, che ha la reputazione di essere un terreno fertile per la criminalità. Ma usare il “lato oscuro di Internet” è sempre illegale? Come si comportano le forze dell’ordine? Il testo che segue fornisce una panoramica. – Mangiare Jenna

Definizioni: Da Darknet a Deep Web di crypto trader

Dal traffico illegale di droga al traffico di esseri umani e all’uccisione a contratto: in Darknet, le macchinazioni criminali incontrano la domanda e l’offerta. Nonostante la presunta connessione causale creata dai media che il Darknet può essere visto solo in relazione a file illegali, l’esistenza di questo mondo sotterraneo digitale non è di per sé illegale come https://www.onlinebetrug.net/it/crypto-trader/. Gran parte di “Internet regolare” (chiamato anche “Clear Web”) può anche essere assegnata ad esso – tutte le pagine che non sono contrassegnate con un “crawler” sono tecnicamente da definire come “appartenenti al mondo parallelo”. Le pagine che non sono contrassegnate in questo modo appartengono al buio. Per una chiara differenziazione dai contenuti illegali, viene utilizzato il termine “Deep Web”. Nonostante la plausibilità del presupposto che le pagine possono essere trovate tramite i motori di ricerca crypto trader, alcune opzioni possono nasconderle agli utenti abituali.

Un crawler è un programma che cerca sul web alla ricerca di pagine web e contrassegna tutti i contenuti che vi si possono trovare. Questo serve la corrispondente reperibilità da parte dei motori di ricerca. Tuttavia, un solo comando su una pagina è sufficiente per impedire al crawler di utilizzare l’indirizzo associato.

Anonimato: Comunicazione criptata

L’attributo probabilmente più essenziale del Darknet è quello dell’anonimato, cioè di una comunicazione criptata. Con il normale WWW i collegamenti tra i computer e i corrispondenti siti web di destinazione vengono creati in modo completamente automatico; in questo modo vengono scambiati i rispettivi dati. In molti casi, le connessioni sono soggette a una crittografia tale che solo il mittente e il destinatario possono comunicare in chiaro; il provider non è in grado di leggere. Ciononostante, le parti coinvolte sono note, in modo che gli autori di reati commessi sul web chiaro possano essere ritenuti responsabili (una questione molto dibattuta tra gli addetti alla protezione dei dati). In Darknet, tuttavia, non c’è solo una connessione tra il provider Internet e la destinazione. All’inizio è quindi necessario un browser specifico o un’impostazione speciale del browser. Solo in questo modo il computer può diventare parte di una rete multistrato. L’attività di crittografia viene assunta dallo speciale browser. Va notato che i motori di ricerca del Clear Web non riescono a trovare le pagine del Darknet. Il motore di ricerca a volte più noto dell’underground digitale può essere visto in Grams, un servizio nascosto modellato su Google.

La ricercabilità delle pagine è comunque legata agli sforzi, proprio come una scoperta dell’operatore. Alla luce dell’anonimizzazione e dell’occultamento della rispettiva origine, il Darknet può quindi essere descritto come sicuro. Tuttavia, questo non può essere trasferito ai settori della protezione giuridica e dei dati.

Paga in forma anonima: Legalmente ammissibile?
Nel Clear Web vale quanto segue: chiunque effettui e paghi le transazioni online può rintracciare la propria persona, perché le carte bancarie e simili sono chiaramente assegnabili. Crypto valute fornire un rimedio qui. Il Bitcoin è considerato il primo mezzo di pagamento digitale che non riceve aiuti di Stato, ma rappresenta invece un sistema di pagamento decentrato, completamente svincolato dalle istruzioni delle banche. Ciò rende anche il monitoraggio molto più difficile rispetto alle tradizionali operazioni di pagamento. Tuttavia, la gestione di Bitcoin richiede un software speciale – un Bitcoin Wallet.

L’euro è la moneta legale illimitata per l’adempimento degli obblighi sul suolo tedesco. Tuttavia, il legislatore non vieta esplicitamente nemmeno le valute alternative: Dovrebbe invece essere sufficiente che due persone raggiungano un accordo consensuale sul regolamento del debito mediante un mezzo di pagamento liberamente selezionabile. Finora, i vari portafogli Bitcoin, che inizialmente erano associati a gravi incongruenze, sono stati notati dalle banche con divertimento. Oggi, tuttavia, Bitcoin si assicura una posizione solida nel mondo dei mezzi di pagamento. Secondo l’Ufficio federale per la vigilanza sui servizi finanziari (BaFin), si tratta di un’unità di conto e di uno strumento finanziario ai sensi della legge bancaria tedesca. Si potrebbe criticare un composto con esso